VILLA AFRICA - CENTRO CULTURALE DI ETNOGRAFIA AFRICANA


Vai ai contenuti

Il Fondatore

Emanuele Cavallaro ha visitato il mondo da un capo all'altro completando capillarmente tutti i continenti in oltre 50 anni di viaggi. Ha visitato l'Argentina, il Brasile, il Cile, Uruguay, Paraguay, Ecuador, Venezuela, Colombia, Bolivia, Perù, Mexico, Guatemala, Honduras, Costa Rica, Puertorico, Panama, El Salvador, Cuba, Caraibi, USA, Canada, Capo Nord, Terra del Fuoco, Antartide, tutta l'Europa, tutta l'Africa, Australia, Nuova Zelanda, Indonesia, Kambogia, Thailandia, Vietnam, Laos, Birmania, Filippine, Cina, Tibet, India, Nepal, Giappone, Melanesia, Micronesia, Polinesia.

La sua piu importante attività documentaristica e le sue maggiori esperienze le ha fatte in Africa, continente che predilige.

Ha scritto i seguenti volumi: Africa Reportages, Io e l'Africa, Etiopia ieri oggi domani, Africa Pictures, l'Islam e l'Etiopia, Elementi di Storia Politica ed Etnografia Africana, Dal Congo allo Zaire, Africa Color, Africa In, Africa - Miti favole Leggende Costumi Sessuali Magia, Africa Viva, Africa - La Grande Avventura è finita.

Alcuni dei numerosi riconoscimenti conferiti per la sua attività di africanista sono: Premio per la cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana; Primo premio alla seconda rassegna del film africano per il documentario Congo; Medaglia d'oro dell'imperatore Haile Selassie, per il libro Etiopia ieri oggi domani.

Si è incontrato con capi di Stato e personalità politiche del Continente Nero tra i quali Haile Selassie, Leopold Sédar Sénghor, Moise Ciombè, Sese Mobutu, Sangoule Lamizana.

Dalle terre dell'oro, alle terre dei safari, dalle terre del razzismo, alle terre delle stragi e delle ribellioni, Emanuele Cavallaro è stato sempre accompagnato da un amore sconfinato verso la terra africana e le sue cose, i suoi problemi, i suoi drammi, la sua storia ed è stato sempre affascinato dal bello e dal brutto in un continente dove tutto è esagerato, dove tutto è esasperato.

L'autore, spinto solo dall'amore che nutre per il Continente Nero, dai forti contrasti e dalle piu esasperate esagerazioni, tanto vicino a noi e così diverso, andando in giro per l'Africa ha spesso rischiato la vita, trovandosi al centro delle guerre in Algeria, nel Congo, in Angola, nelle ribellioni rodesiane e in Sudafrica, nella guerra in Mozambico ed in Ruanda.

In tutti i suoi libri Cavallaro, pur non trascurando la natura, la politica, l'economia, si è interessato prevalentemente del fattore umano in Africa.

Cavallaro nel corso dei suoi viaggi ha raccolto numerosi reperti, esposti al Centro Culturale di Etnografia Africana "Villa Africa Exhibition", la casa contiene reperti africani unici nel loro genere, frutto di 45 anni di viaggi nel Continente Nero. L'interessante raccolta di stupende maschere, magici feticci, di delicati strumenti a corda e a percussione, di avori finemente lavorati, di armi arabe ed abissine, di fantastiche pitture naif, di rari bronzi del Benin e di altre originali suppellettili, appartiene ad un'Africa che non esiste piu.

Pertanto il valore di quanto raccolto in Villa Africa Exhibition è incommensurabile e rappresenta un enorme patrimonio per l'Italia e la Sicilia in particolare.

La mostra permanete, visitata ogni anno da scuole e gruppi di studiosi italiani e stranieri, vuole essere un vero e proprio ponte culturale tra l'Italia e l'Africa, tanto vicina a noi e tanto lontana per costumi, usanze e tradizioni.

Villa Africa Exhibition, ha avuto moltissimi riconoscimenti, ha avvicinato tanti giovani alla realtà e alla conoscenza dell'Africa vera e cioè di quella del passato che va via via scomparendo, svanita nel tempo, inghiottita dal progresso e dalla cosiddetta civiltà.

Emanuele Cavallaro è stato spesso accompagnato nei suoi viaggi dal figlio Manuel a cui ha trasmesso il suo amore sconfinato per il mondo e in particolare per l'Africa, continente che è svanito nel tempo e come il sole al tramonto sta scomparendo dietro la linea dell'infinito.

La visita in Villa Africa Vacanze rappresenta un viaggio attorno e dentro il meraviglioso continente africano.


Torna ai contenuti | Torna al menu